• Pagine216
  • Prezzo23.00
  • Anno2012
  • ISBN978-88-8273-133-5
  • Note
Aggiungi al carrello

Fernando Espuelas

Madre Materia

“Vuoto e materia formano la polarità di base dell’architettura”: con queste parole iniziava il precedente libro di Fernando Espuelas, che sul “Vuoto” come ambito specifico della disciplina architettonica si esprimeva. Ora, a otto anni di distanza da quel fortunato libro, l’attenzione di Espuelas si sposta invece sulla seconda metà di quella dicotomia, la “Materia”, indagata qui nella sua essenza primaria, prima cioè che venga trasformata dall’uomo in materiale da costruzione. Il titolo stesso del nuovo lavoro di Fernando Espuelas è eloquente nell’evocare il rapporto ancestrale dell’uomo, prima ancora che dell’architetto, con la materia: Madre Materia. Dalla materia, e in architettura soprattutto, nasce ogni cosa; madre materia come Madre Terra. Dice l’autore: «La necessità di occuparsi della materia in una società dominata dall’immagine può sembrare una forma di resistenza. Questa mia indagine risponde all’esigenza di ristabilire una sorta di giustizia nel sempre vivo dualismo tra immagine e fisicità, tra forma e materia. Il testo che qui si presenta oscilla tra filosofia e architettura, tentando di quando in quando di fonderle con gli impagabili apporti dell’arte».

​Fernando Espuelas, architetto e studioso spagnolo, insegna progettazione architettonica presso la Scuola di Architettura dell’Università Europea di Madrid, della quale è stato Preside dal 2003 al 2006. In Italia ha pubblicato nel 2004, presso la Christian Marinotti Edizioni, il volume Il Vuoto. Riflessioni sullo spazio in architettura. Collabora con diverse riviste di diffusione internazionale. Tra le sue opere principali come progettista: l’auditorium e la biblioteca di Colmenar Viejo e la biblioteca di El Escorial.