• Pagine169
  • Prezzo17.00
  • Anno2014
  • ISBN978-88-8273-151-9
  • Note
Aggiungi al carrello

Vittorio Gregotti

Il disegno come strumento del progetto

La linea che separa progetto e disegno è sottile, i due termini si rincorrono scambiandosi e sovrapponendosi. Il senso dell’uno si rispecchia nella forma dell’altro e il processo che entrambi compongono lega il segno all’idea e la forma al valore profondo dell’abitabilità. Disegno è ricerca di questo valore, traccia che esprime il nesso tra testo architettonico e contesto urbano, paesaggio antropico, territori geografici. Disegno è sintesi estrema dell’idea di architettura, comprendente l’intenzionalità dell’autore, la discrezionalità dell’osservatore, la strumentazione disciplinare dispiegata di volta in volta nella scelta dei riferimenti rappresentati. Il lavoro presentato in questo libro traccia il senso del disegno come strumento di ricerca attraverso queste sostanze di cui si compone il progetto dell’abitabilità umana. I lavori di Gregotti Associati scelti tra quelli mai giunti a realizzazione, risaltano per l’evidenza del rapporto tra studi della forma e intenzione di progetto: essi delineano un percorso di ricerca di grande interesse per ogni progettista e studioso che debba verificare la profondità e la fondatezza dei materiali architettonici per mezzo dell’immateriale segno tracciato dal pensiero.

 

Vittorio Gregotti (Novara 1927) nel 1974 ha fondato la Gregotti Associati. Dal 1978 al 2000 è  stato professore ordinario di Composizione architettonica presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia ed è stato visiting professor presso le Università di Tokyo, Buenos Aires, San Paolo, Losanna, Harvard, Filadelfia, Princeton, Cambridge e al M.I.T. Dal 1982 al 1996 direttore di Casabella. Collabora con le pagine culturali del Corriere della Sera.

 

  • 28 Ottobre 2014 Corriere della sera pdf