• Pagine192
  • Prezzo17.00
  • Anno2009
  • ISBN978-88-8273-112-0
  • NoteTemi del pensiero: autori contemporanei
Acquista su IBS.IT Acquista su Amazon.it

Gino Zaccaria

L'inizio e il nulla Colloquio di un logico, di un aiutante e di un pittore

Il tema del libro è l’enigma dell’intesa fra il pensiero, il canto e la pittura. La sua discussione è affidata al cammino di tre colloquianti: un logico, un aiutante e un pittore. Il cammino, qui, non è un moto dialettico a tre voci, ma, più semplicemente, un corso di parole, pensanti e poetiche, rinvenute e coniate, in una giornata di primavera, dal mattino al tramonto, lungo il sentiero del promontorio del Mesco, fra Lèvanto e le Cinque Terre. I colloquianti si accorgono, fin dall’avvio, che il cammino è il sentiero stesso su cui errano.
Il titolo L’inizio e il nulla ricorda le due dizioni grazie alle quali il colloquio trova il suo cadenzato andamento. L’«inizio», affrancato dal suo significato comune, assumerà il senso poetico dell’avvento. Il «nulla», liberato dalla morsa della nullità, indicherà quella vaghezza che, senza coartare, costringe l’uomo — il poeta, il pittore — a cantare l’inizio.
Sulla scorta dell’inizio e del nulla così ripensati, i colloquianti giungeranno a un chiarimento delle “indoli prime” del canto e della pittura: la luce, il suono e il colore.

Eudia.org Clicca qui

Repubblica TV video book Clicca qui

Gino Zaccaria insegna estetica e filosofia all’Università Bocconi di Milano. Ha pubblicato: L’etica originaria (Milano 1992), L’inizio greco del pensiero. Heidegger e l’essenza futura della filosofia (Milano 1999), Hölderlin e il tempo di povertà. Un seminario sull’enigma della poesia (Como-Pavia 2000), Dasein : Da-sein. Tradurre la parola del pensiero (in collaborazione con I. De Gennaro, Milano 2007), Pensare il nulla. Leopardi, Heidegger (Como-Pavia 2009), e vari saggi e traduzioni. Fra i testi curati, si segnala L’arte dello scrivere (Milano 2003), un’antologia di pensieri tratti dallo Zibaldone leopardiano. Suoi testi e interventi sono presenti sul sito www.eudia.org.